La Maison du Chevalier des Huttes, chambres et table d’hôtes à Vic sur Cère (Auvergne, Cantal, France) est idéale pour les hôtes qui privilégient les échanges autour d’une table à la fois équilibrée et gourmande, pendant un séjour curieux et vivant.

La TAVOLA

 

L'Auvergne di Ippocrate

 

Opero per una cucina casareccia responsabile, così saporita e golosa come sana ed equilibrata.

La mia cucina risulta quindi assai diversificata ed elaborata con ingredienti scelti con cura nell’orto, al mercato, nei negozio biologici e/o presso agricoltori ed artigiani locali.

E per conciliare il buongustaio alla salute, uso, senza abuso, dell’olio di oliva e di altri vegetali, delle spezie dolci e delle erbe aromatiche e medicinali …

 

Da qui il mio motto : Lascia che il cibo sia la tua medicina …  ma anche il tuo piacere !

Una brava cuoca è una fata che distilla la felicità

La cena (vedi dettagli nella sezione ‘Le condizioni’), così come la colazione (idem), vengono serviti alla casa nella cucina-sala da pranzo contemporanea (45m²), tutti seduti intorno alla tavola di vetro design, di fronte al cantou (grande camino aperto tipico).

La mia cucina combina gastronomia e prodotti del terroir, essenzialmente biologici ; è ispirata da culture culinarie molto varie (influenze mediterranee, asiatiche, nordiche, slave, …), per tanti sapori e colori nel piatto, e nel rispetto del gusto, della salute, e della golosità, …

La colazione è sia salata che dolce.
Viene sempre composta dal pane fresco dei nostri panifici locali, da frutta e/o succo di frutta e, a seconda della stagione e delle disponibilità, da : formaggi e/o yogurt, burro e/o salami regionali e/o pesce locale e/o uova o torta alla tome (formaggio fresco tipico), verdure dell’orto, dolci casarecci ed altri crêpes o bourriols, muesli e/o frutta secca, …

Il tutto si accompagna di tè o altri infusi, caffè e/o latte vegetale.
NB : non servo, in principio, latte animale, nè pasticcini industriali.

I pasti sono di stagione e composti, in principio, da

  • un aperitivo leggero da mangiare e da bere
    (ad es. toast di vitelotte o di barbabietola con mousse di trota del Ganel e kiwi)
  • un primo piatto che può essere una zuppa calda o fredda, o un’insalata mista
    (ad es. zuppa di zucca dell’orto con gaperon d’Auvergne (formaggio tipico); zuppa di porri dell’orto con semi di zucca e scaglie di pecorino della Molède ; insalata di riso con fragole e piselli freschi ; …)
  • un secondo con proteine vegetali e/o animali con verdure
    (ad es. pounti (pagnotta tipica di erbe e carne) con fagiolini dell’orto canditi con pomodoro e cipolla ; terrina di cavolo o di altra verdura dell’orto, o terrina di trota del Ganel e verdure in salsa profumata ; torta alle bietole dell’orto con formaggio di capra, frutti a guscio e insalata verde ; faraona con erbe aromatiche e aglio, carotte candite con cipolla e spezie dolci, crema di coco di Vic (fagioli bianchi endemici), …)
  • un dessert a complemento degli elementi precedenti
    (ad es. pita (sfogliatella di mele delle mie zie slave) ; sorbetti, crema vegetale come une panna cotta o gelato casareccio; macedonia o carpaccio di frutta fresca e biscottini; torta o mousse di cioccolato, …).

Il primo e il secondo piatto possono essere sostituiti da un piatto unico
(ad es. salato con lenticchie ; potée auvergnate  (stufato di verdure e carni); patranque (formaggio tipico fuso in un panbagnato) e verdure farcite ; tortilla di mia nonna e verdure alla griglia ; couscous express ; mezze libanesi ; …).

L'alcol non è la bevanda preferita della Maison, tuttavia, i vini sono scelti con cura per il piacere degli ospiti che apprezzano questa tradizione francese.
Non servo soda nè altre bevande con zucchero aggiunto o dolcificanti sintetici, nè prodotti trasformati provenienti dalla grande industria alimentare.